L’eclissi di luna del 27 luglio

Occhi al cielo il 27 luglio!

Ci saranno la luna e Marte color rosso sangue!

Al tramonto del sole, intorno alle 20.30, la Luna piena sorgerà già in parte eclissata e poco per volta l’ombra della Terra la invaderà completamente tingendola di un rosso scuro fino alle 23,13, quando inizierà l’uscita dal cono d’ombra proiettato dal nostro pianeta. Il fenomeno potrà essere visibile anche a occhio nudo. Vicino alla luna ci sarà il pianeta Marte e così il cielo notturno sarà illuminato da due “palle di fuoco”

A rendere unica nel suo genere l’eclissi sarà la sua fase di totalità: “La più lunga tra tutte le eclissi di Luna che si verificheranno in questo secolo, durando ben un’ora e 43 minuti”

Il massimo dell’eclissi, ovvero il maggiore oscuramento della Luna, è previsto alle 22 e 22, all’ora in cui la luna è piena. La Luna, dopo l’uscita dalla totalità, attraverserà il cono di penombra per emergerne definitivamente e segnare così la fine dell’eclissi all’1 e 30 della mattina del 28 luglio”.

L’eclissi di Luna del 27 luglio è l’eclissi più lunga e suggestiva del 2018. L’ideale è scegliere un luogo quanto più possibile privo di illuminazione artificiale per poter godere appieno dell’esperienza.

Nel corso della sera potremo osservare ben 4 pianeti ad occhio nudo: Venere, Giove, Saturno e, naturalmente, Marte. Sarà una vera e propria ‘Notte dei pianeti’ che farà da ‘contorno’ alla Notte della Luna Rossa. (c’è una app sul cellulare che individua i pianeti nel cielo!)

Implicazioni dell’eclissi sul rituale di luna piena e vigilia.

E’ tutto molto semplice: il rituale di vigilia si fa la vigilia di luna piena ossia il 26 sera, quando la luna è ancora crescente e si avvia alla pienezza. Quindi esposizione alla luna di lista desideri, oggetti, gioielli, creme, olii, acqua informata il 26 sera a luna visibile all’ora che vuoi.

Invece il rituale di allontanamento si fa il 28 sera.

(non sai di che rituale parlo???? leggi qui: vigilia di luna piena)

Sì, certo, il meraviglioso rituale di vigilia di luna piena si sarebbe potuto ripetere anche il 27 esponendo acqua oggetti e desideri verso le 21 per fargli prendere la transizione da luna crescente a luna piena, che sarebbe arrivata alle ore 22.22, ma….

….ma c’è ECLISSI.

E allora?

Allora nelle ore di eclissi l’energia non è quella della luna piena, c’è l’ombra della terra a diminuirne l’energia, per questo è bene lasciar perdere il rituale in quelle ore.

Il motivo però non è che quell’ombra rappresenti il male, come sostenevano alcune culture antiche e come sostengono oggi altre persone.

L’ombra metaforicamente può rappresentare il male, ma solo se abbiamo paura dell’ombra il male potrebbe attaccarci.

La mia proposta per la sera del 27.

Niente rituale, stiamo solo ad osservare il fenomeno e immaginiamo, mentre l’ombra arriva e oscura la luna, che la nostra ombra oscuri la luce divina che è in noi. Ad esempio quando ci preoccupiamo, non sappiamo che scelte fare, sentiamo un forte senso di mancanza (di denaro, di lavoro, di beni materiali, di sicurezza, di amore….) associato alla paura di andare avanti nella vita. Quella è l’ombra. L’ombra oscura la vitalità, la gioia di vivere e l’entusiasmo.

Poi piano piano l’ombra si allontana, come nell’eclissi, per lasciare posto alla luce.

Ecco, anche noi possiamo scegliere di allontanare l’ombra e concentrarci su quello che siamo/che abbiamo/che facciamo piuttosto che su quello che manca.

Quello su cui ci concentriamo si espande. Se anche la mia ombra fossero relazioni litigiose o dolorose, potrei concentrarmi sulle relazioni buone che ho, partendo da lì per migliorare le altre e mostrare la mia luce. Se la mia ombra fosse il dolore per la perdita o la malattia di una persona cara potrei concentrarmi sull’amore che ho provato/provo per lei e dimostrarlo in tante possibili occasioni nella giornata ad altre persone. Se la mia ombra fosse una mancanza di denaro potrei concentrarmi sul denaro che ho e che mi consente di mangiare, possedere un cellulare, farmi una doccia calda: espandendo quello che già HO ne otterrò ancora e ancora.

La luce è la nostra leggerezza, voglia di vivere e progredire, l’amore per la vita. Ce l’abbiamo tutti, non solo qualcuno, TUTTI. Solo che a volte l’ombra prende il sopravvento.

Ecco usiamo questa eclissi per comprendere che le ombre possono attraversarci, ma che la luce trionfa e noi possiamo farla trionfare da subito se lo vogliamo.

Appuntamento a tutti al 27 luglio sera, dalle 21 in poi!

Grazie luna

Grazie sole

Grazie eclissi che dopo l’ombra lasci che la luna ci illumini ancora di più.

Grazie a te lettore che vuoi di più dalla vita, vuoi crescere ed evolvere come anima❤️


Per il 27 ascolta “occhio che brilli” su “Canti alla luna”. L’occhio che brilla è la luna e ti aiuta SEMPRE a illuminare le tue ombre. Li trovi qui: CANTI ALLA LUNA

2 commenti
  1. Clorinda
    Clorinda dice:

    Ciao Alessandra ,sono nuova tra le tue follower ma ti ho sentita tanto parlare in questo periodo per le tue carte della Luna e poi anche per averti seguito nel webinar del Giardino dei Libri l’anno scorso..volevo chiederti ma hai scritto 27 luglio 2018…?? Ma e’ nel 2019 questo evento della luna con eclissi ? Grazie per la spiegazione .Buona serata e grazie per i consigli sulla Luna Piena di Maggio

    Rispondi
    • alessandra
      alessandra dice:

      ciao cara
      quello era un vecchio articolo del 27 luglio 2018, giornata di eclissi. Nel 2019 c’è stata un’eclissi il 21 gennaio, non ne sono previste altre.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *